ART-N.106-BANDO-CONCERIE-2022-BANNER

INDUSTRIA CONCIARIA

NUOVI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

In arrivo per l’industria conciaria italiana contributi a fondo perduto per un totale di 10 milioni di euro. Il MISE ha stanziato dei fondi in esclusiva al fine di incentivare le imprese che investiranno in progetti aventi le seguenti finalità:

  • L’introduzione nell’attività dell’impresa, di innovazioni di prodotto o processo per la realizzazione dell’ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi nonché l’ introduzione di contenuti e processi digitali;
  • La diminuzione degli impatti ambientali dei processi produttivi a favore dell’eco-sostenibilità. Ad esempio, con progetti per la riduzione dell’utilizzo di acqua, di energia e di prodotti chimici, per il trattamento dei reflui, per l’abbattimento delle emissioni nell’atmosfera, per il recupero dei rifiuti;
  • La creazione di nuove piattaforme e strutture di condivisione o animazione, in grado di favorire l‘innovazione e l’internazionalizzazione delle imprese del settore conciario.

A CHI È RIVOLTO

A tutte le PMI e grandi Imprese regolarmente iscritte e «attive» nel Registro delle imprese, rientranti nel settore conciario ed aventi sede legale o operativa ubicata sul territorio nazionale.

TOTALE AGEVOLAZIONE E IMPORTI AMMESSI

Il contributo a fondo perduto è concesso nella misura del 50% delle spese ammissibili. Le domande verranno valutate secondo una procedura a sportello e sulla base di un punteggio che valuterà la solidità del progetto stesso.

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese di investimento non inferiori a 50 mila euro e con un massimo di 200mila euro, che includono anche attività di ricerca industriale o sviluppo sperimentale, nonché gli investimenti che garantiscono la sostenibilità ambientale. La soglia può raggiungere anche i 500 mila euro ma solo per alcuni progetti specifici.

APERTURA SPORTELLO

Prossimamente saranno resi noti i dettagli della procedura e le DATE DI APERTURA DELLO SPORTELLO

Si specifica inoltre che sarà possibile presentare una sola domanda per singola impresa

ELENCO E DETTAGLI DELLE SPESE AMMESSE

a) acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, comprese le relative spese di installazione;

b) programmi informatici e licenze software;

c) formazione del personale inerente agli aspetti su cui è incentrato il progetto a fronte del quale è richiesta l’agevolazione. La formazione deve essere acquisita da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato, in misura non superiore al 10% dell’importo del progetto;

d) acquisto di beni immobili e realizzazione di opere murarie e assimilabili, limitatamente ad alcuni progetti, nel limite del 30% delle spese ammissibili complessive.

In relazione alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale eventualmente incluse nel progetto, sono ammissibili le seguenti ulteriori spese, complessivamente nel limite del 30% delle spese ammissibili complessive.

a) personale dipendente e collaboratori con contratto a progetto, con contratto di somministrazione di lavoro, ovvero titolare di specifico assegno di ricerca, limitatamente a tecnici, ricercatori ed altro personale ausiliario. Sono esclusi i costi del personale con mansioni amministrative, contabili e commerciali;

b) strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;

c) contratti di ricerca aventi ad oggetto il diretto svolgimento da parte di un soggetto commissionario di attività ricerca industriale e sviluppo sperimentale tramite una transazione effettuata alle normali condizioni di mercato;

d) servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per l’attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how, tramite una transazione effettuata alle normali condizioni di mercato.

CUMULABILITÀ CON ALTRE AGEVOLAZIONI

Il presente incentivo sarà cumulabile con altri aiuti di Stato anche “de minimis” nei limiti previsti dalla disciplina Europea di riferimento.

Inviaci il preventivo del tuo investimento per maggiori dettagli.

Per maggiori informazioni o per avere una consulenza
Jessica Gaigher
gaigher@agevolagroup.it
045 5118495

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato!

LinkedIn
YouTube
Instagram
SoundCloud
Articoli recenti
Menu

Un offerta su misura per la vostra impresa

Ai professionisti che hanno espresso il loro interesse verso la Transizione 4.0 in occasione dell’ultima edizione di Save Verona, Agevola propone un’offerta dedicata.

Per essere contattati da un consulente esperto del nostro team, è sufficiente compilare il form.

* campi obbligatori