Ricerca & Sviluppo

Obbligo relazione asseverata già dal 2020

Viene esteso il credito d’imposta Ricerca & Sviluppo fino al 2022 e vengono incrementate le percentuali e dei massimali di utilizzo rispetto all’anno 2020.

La manovra mantiene l’impianto normativo originario apportando alcune modifiche burocratiche. 

Le imprese potranno dedicarsi alla pianificazione degli investimenti con un più ampio raggio temporale e con una correlazione tra investimenti (ad esempio per lo smart working introdotto dalla nuova Legge di Bilancio.

Aliquote e massimali

  • Spese per ricerca e sviluppo: dal 12% al 20% con massimale annuo elevato da 3 a 4 milioni di euro;
  • Spese per innovazione tecnologica: dal 6% al 10% con massimale annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro;
  • Spese per innovazione digitale «4.0»: dal 10% al 15% con massimale annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro;
  • Spese per transizione ecologica: dal 10% al 15% con massimale annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro;
  • Spese per design e ideazione estetica: dal 6% al 10% con limite annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro.

Obbligo di relazione tecnica “asseverata”

Viene introdotto l’obbligo di “asseverare” la relazione tecnica, che, si aggiunge alla certificazione da parte di un revisore legale già necessaria per la fruizione del credito.

Il nuovo obbligo documentale ha l’evidente scopo di assicurare maggiore certezza alle imprese sull’ammissibilità delle attività svolte e delle spese sostenute.

Tale obbligo decorre già dalle relazioni tecniche che dovranno essere predisposte nel 2021 relativamente ai crediti d’imposta maturati in relazione alle attività svolte nel 2020.

Come possiamo aiutarti per evitare qualsiasi problema in caso di controlli 

L’agevolazione ormai in vigore da diversi anni ha portato a molte aziende dei benefici non indifferenti. 

Basti pensare che fino al 2018 l’agevolazione era al 50% delle spese per poi passare nel 2019 in parte al 25% e in parte rimanere al 50%.

ATTENZIONE 
TANTE AZIENDE NONOSTANTE STIANO SOSTENENDO COSTI IN RICERCA E SVILUPPO NON SANNO DI ESSERE A PIENO DENTRO L’AGEVOLAZIONE E POTER AVERE I GIUSTI BENEFICI

Ancora oggi permette alle aziende che investono in Ricerca & Sviluppo di avere enormi benefici. 

Si sa che di fronte a benefici agevolativi scattano anche i controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Stiamo di fatto parlando delle agevolazioni fiscali che vanno ad “intaccare” le casse dello Stato. 

Per evitare di avere problemi e trovarti di fronte alla richiesta di restituzione del credito ottenuto noi di Agevola Imprese da sempre seguiamo le aziende nella parte burocratica affinché ci sia la documentazione corretta attestante i requisiti, spese e tutto il necessario per l’accesso all’agevolazione. 

Con la nuova finanziaria 2021 risulta obbligatoria una perizia e una relazione asseverata da parte di un tecnico sia per l’anno 2020 che per i prossimi 2021 e 2022 mentre non era obbligatoria per gli anni precedenti.

Ci tengo a precisare che noi di Agevola abbiamo sempre svolto l’attività per le imprese in questo modo nonostante non fosse obbligatorio dalla normativa. 

Grazie ai nostri tecnici infatti siamo in grado di darti una supporto a 360 gradi ovvero: 

  • prima analisi per delineare il perimetro dell’agevolazione;
  • assistenza nella compilazione dei moduli corretti 
  • redazione di relazione tecnica
  • asseverazione della perizia in tribunale. 

Ricorda che è un’agevolazione retroattiva e possono essere recuperate le spese degli ultimi anni, pertanto se hai anche il minimo dubbio che la tua azienda stia investendo in spese simili, contattaci senza impegno per fare una valutazione assieme.

COSA FACCIAMO PER TE 

VALUTAZIONE PREVENTIVO

RACCOLTA DOCUMENTALE

PREDISPOSIZIONE PRATICA

INVIO PRATICA

RENDICONTAZIONE PRATICA

Se sei interessata/o ad un supporto da parte nostra inviaci una mail o contattaci

RESPONSABILE
Tanita Vigato
tanita@agevolagroup.it
045-5118495

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato!

Articoli recenti
Menu