Partiamo innanzitutto nello spiegare in maniera semplice cosa intendiamo con il termine “sconfinare” e a cosa ci riferiamo..

Sconfinare significa uscire dai confini del fido che ti è stato accordato.

Ipotizziamo che tu abbia in concessione un fido di 10.000 euro: se nello stesso mese utilizzi, ad esempio, 11.000 euro, hai sconfinato e vieni segnalato alla Banca d’Italia.
Come puoi immaginare non è una cosa positiva per te.

La banca ti controlla utilizzando un documento che si chiama Centrale Rischi.

La Centrale Rischi raccoglie l’insieme delle tue esposizioni verso tutte le banche, quindi esprime il complessivo di debito che hai nei confronti del sistema creditizio.

Non è altro che un documento dove vengono raccolte tutte le informazioni relative all’utilizzo del denaro da parte tua.

Quello che devi sapere è che ogni ultimo giorno del mese tutte le banche che stai utilizzando, e con cui hai un rapporto, comunicano alla Banca d’Italia il tuo comportamento in termini di movimenti di conto.
Soprattutto notificano i tuoi crediti in sofferenza.

Il costo del denaro, quindi in sostanza quanto paghi di interessi, dipende anche da che tipo di problemi di sconfino hai..

Avere questo tipo di problema non è una situazione positiva perché se vai in banca a chiedere un finanziamento 9 volte su 10 non ti viene concesso in quanto sei un “cattivo pagatore”: a maggior ragione se stai chiedendo un finanziamento a tasso agevolato..

Ecco che quindi la situazione ideale sarebbe quella NON sconfinare mai.
Senza tanti giri di parole..

Ma è anche vero che siamo nel mondo reale e molto spesso può capitare di sconfinare anche se non te ne rendi conto o non per colpa tua:

hai caricato una ricevuta bancaria ma il cliente non ti ha pagato
hai avuto una spesa imprevista e non potevi fare altrimenti
non hai pianificato in maniera adeguata e con giusto anticipo

Quindi come fare per ottenere credito, anche agevolato, con problemi di sconfino?
Basta, per cominciare, qualche piccolo accorgimento..

Per esempio, invece di caricare le ricevute bancarie nel mese corrente lo puoi fare il 10 del mese successivo..
Sembra una cosa così scontata e banale eppure ti garantisco che il 90% degli imprenditori non ci pensa nemmeno!

Dal momento che la banca invia le segnalazioni l’ultimo giorno del mese, anche solo posticipare di qualche giorno un caricamento di una ricevuta può salvarti..

Ma ahimè, se non hai alle spalle un consulente che ti aiuta nella pianificazione il tuo problema è solo rimandato perché il mese successivo dovrai usare lo stesso trucchetto.. che va bene, ma capisci che non puoi andare avanti all’infinito..

 

In certe situazione, dove non è possibile in alcun modo evitare lo sconfino, il terzo comandamento della centrale rischi recita:
“restando il fatto che uno sconfino, cioè un utilizzo superiore all’accordato, rimane comunque un evento da evitare il più possibile, se proprio diventa inevitabile è meglio “guidarlo” verso l’istituto dove è più opportuno per varie condizioni, e su linee di credito possibilmente a revoca piuttosto che su linee di credito a scadenza.
E’ sempre da preferire uno sconfino su una linea di elasticità di cassa piuttosto che su una linea a medio lungo o comunque dove sia presente un piano di ammortamento o dei pagamenti concordati; per esempio è opportuno pilotare uno sconfino su una banca dove ho appena rinnovato i fidi piuttosto che su una banca dove i fidi saranno rinnovati fra tre mesi perché si è in prossimità di un’istruttoria.”

Gli altri nove comandamenti li puoi leggere integralmente nell’articolo sulla Centrale Rischi all’interno del blog www.agevolaimprese.com

 

La regola aurea è comunque quella di giustificare alla banca, in anticipo e in maniera idonea, il perché hai sconfinato.
Il concetto è quello di anticipare le sue future obiezioni, spiegando già perché c’è una determinata situazione..

Non basta giudicare, mi raccomando. Devi farlo in maniera corretta!

Ricordati sempre che anticipare le obiezioni è la soluzione a quasi tutto in questo caso! e lo puoi fare solo se hai un consulente esperto che ti affianca..

Quando si tratta di credito agevolato, in particolare modo, lavorare d’anticipo e di pianificazione ti permette di risparmiare davvero tanti soldi..

Tieni in tasca i tuoi milioni con il Leader delle AgevolazionI!

Devi essere connesso per inviare un commento.

Un offerta su misura per la vostra impresa

Ai professionisti che hanno espresso il loro interesse verso la Transizione 4.0 in occasione dell’ultima edizione di Save Verona, Agevola propone un’offerta dedicata.

Per essere contattati da un consulente esperto del nostro team, è sufficiente compilare il form.

* campi obbligatori